Premessa

Il progetto di produzione partecipata 2013-2014

Guarda, Ascolta, Crea digitale. Tre città, tre laboratori, quindici ragazzi. Ecco cosa raccontano le immagini che arricchiscono le pagine del Bilancio di Sostenibilità di Vodafone Italia e del Bilancio di Missione di Fondazione Vodafone Italia di quest’anno.

Realizzato in collaborazione con l’Associazione Culturale Artèteca, “Guarda, Ascolta, Crea digitale” è stato molto più di un progetto di produzione partecipata, poiché ha gettato le basi per un percorso di crescita e formazione, nel quale ragazzi e ragazze degli istituti tecnici hanno avuto l’opportunità di approcciarsi per la prima volta alle arti digitali e, tramite queste, a nuove realtà professionali in grado di valorizzare il loro potenziale. Scopo dell’iniziativa? Portare i 15 giovani protagonisti del progetto ad un cambiamento: partendo dalla presa di coscienza di ciò che è la loro realtà quotidiana, i ragazzi sono stati condotti alla scoperta del digitale come mezzo per reinventarla, e per mirare quindi ad un futuro più ambizioso.

Per compiere questa missione, sono stati organizzati tre workshop, uno per ogni città. Ciascuno dei laboratori è partito da una riflessione teorica su cinque parole chiave, scelte per descrivere il percorso di cambiamento dei ragazzi. Per ogni città, quindi, è stato impostato un lavoro pratico finalizzato alla realizzazione di output creativi legati ad un’arte digitale particolare: graphic design, musica elettronica, stampa 3D.

Milano/ASCOLTA

Dal rumore
alla musica

Roma/CREA

Dallo scarto al valore,
dal pensiero all'oggetto

Napoli/GUARDA

Da non-luoghi
a luoghi ideali

L’output dei laboratori è stato prodotto insieme ad enti privati specializzati: questo ha permesso ai ragazzi di confrontarsi con logiche e necessità di produzione, e di avvicinarsi così alle tematiche professionali e di mercato. Con la ripresa dell’anno scolastico, i 15 ragazzi hanno potuto quindi beneficiare di una borsa di studio in un settore creativo affine al laboratorio a cui hanno partecipato presso gli enti privati partner dell’iniziativa, e continuare così questa importante esperienza formativa iniziata con i laboratori estivi. “Guarda, Ascolta, Crea digitale” è uno dei progetti che Vodafone si è impegnata a sostenere durante l’anno, in un’ottica di rafforzamento delle competenze digitali fortemente voluto dall’Azienda e previsto dall’Agenda Digitale del Governo italiano.




Ringraziamenti

Fondazione Vodafone Italia desidera ringraziare tutte le persone che hanno reso possibile la realizzazione di questo progetto:

L’Associazione Culturale Artèteca, per l’ideazione e il coordinamento, nelle persone di Luca Borriello, Salvatore Pope Velotti, Francesca Cartolano.

Gli esperti digitali delle diverse discipline che hanno prestato la propria esperienza alla formazione dei ragazzi: Emanuele Gualtiero Chiappa, Marco Gransta MSV Villa, Antonio Pagliafora, Vincenzo Antonio Grillo, Sara Annunziata, Francesca La Sala, Pellegrino Cucciniello.

I riferimenti dei partner aziendali: per Except Maurizio Vassallo, per Solido 3D Pietro Gabriele e Filippo Moroni, per Poligrafica Industriale Antonio Mario Fiorenza e Marilina Fiorenza.

L’agenzia JWT, nelle persone di Daniela Radice (Executive Creative Director), Antonio D’Ambra (Art Director), Beatrice Chignoli (Copywriter) e Andrea Gruppi (Graphic Designer).

I dirigenti scolastici: Maria Filippone (ex ITI Marie Curie, Napoli), Patrizia Porretta (ITI Marie Curie, Napoli), Massimo Quercia (IPSIA “Edmondo de Amicis”, Roma), Giacomo Merlo (ex ITSOS Albe Steiner, Milano), Carmela De Vita (ITSOS Albe Steiner, Milano).

I docenti: Maria Caiazza, Alba Guida, Rodolfo Pierleoni, Maura Bernabei, Marianna Procino.

Produzione Video: Vincenzo Cref Chieti (Regia e Post-produzione), Vincenzo Capasso (Riprese e D.o.p)".

Il sociologo della Cultura Digitale Derrick De Kerckhove.

I ragazzi beneficiari di Milano: Marcello Tarro, Ilaria Lovo, Daniel Dellepiane, Cecilia Porro, Angelo Raimondi.

I ragazzi beneficiari di Roma: Alexandru Manole, Francesco Cocco, Ilaria Calio, Morris Bendaud, Nathan Bendaud.

I ragazzi beneficiari di Napoli: Valentino Aiello, Pasquale Scognamiglio, Anna Paudice, Immacolata Borrelli, Nunzio Nappo.